L’avvocato e il cliente «fragile»: un caso di truffa.

La Cassazione, con sentenza n. 11030/2020, ha stabilito che integra il reato di truffa far firmare a una cliente, in evidente stato di fragilità emotiva per la morte del marito, un patto quota lite esagerato.

Nel caso in esame, un Avvocato era stato convenuto in giudizio per truffa ai danni di una Assistita indotta a consegnarli un importo di 364.000,00 euro in relazione ad una pratica con l’Assicurazione per ottenere il risarcimento dei danni a seguito del decesso del marito in un incidente stradale, approfittando della fiducia della donna, fragile e provata dagli eventi.

In primo grado il legale veniva assolto per insussistenza del fatto; il P.M. ricorreva però in appello. La Corte riformava la sentenza dichiarando il legale colpevole ai sensi degli artt. 81, 640 e 61 n. 7 e 11 c.p.  

L’Avvocato ricorre in Cassazione, evidenziando alcuni asseriti difetti relativi alla fase istruttoria, nonché lamentando la mancata valutazione della liceità del patto di quota lite consentito dalla legge.

Gli Ermellini dichiarano il ricorso inammissibile, ritenendo infondati i motivi di ricorso.

In particolare, è stato evidenziato che «integra il reato di truffa la condotta dell’avvocato che, approfittando del rapporto fiduciario e dell’estraneità alle questioni giuridiche della persona offesa, proponga o faccia sottoscrivere al proprio assistito il patto di quota lite, tacendone l’entità sproporzionata dell’importo derivante a titolo di compenso delle prestazioni professionali».

Firma del patto che, nella fattispecie, è la prova del piano posto in essere dal legale, considerata la non consapevolezza della vittima sul contenuto del patto stesso che la obbligava a corrispondere all’avvocato il 50% dell’importo ottenuto a titolo di risarcimento per la morte del marito.

Inammissibili, infine, sono state ritenute le doglianze sollevate dal ricorrente in quanto volte alla rilettura degli elementi di fatto alla base della decisione impugnata.

Avv. Gian Carlo Soave

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...